Pubblicazioni e Collane

Collana Memoria

copertinaTitolo: L'ultima spadara
Autore: Gerardo Talio
ISBN: 9788874429158

Prezzo: € 20,00

Anno: 2019
Pagine: 176
Formato: 14,8x21
Foto / Illustrazioni: sì, colore

 


 

Descrizione - L'ultima spadara

«... decisi di scambiare quattro chiacchiere con questi strani e piccoli uomini, sembravano avere tutti lo stesso viso. Pescavano alla ricerca di tonni, disse il Comandante, ma scrutando più attentamente, notai una lunga cima che da prua si estendeva sino a poppa, a mo’ di gran Pavese, enormi filetti di Pesce appesi ad essiccare sotto il sole cocente. «‘Sti figghi di buttana venunu fino a Grecia, pi manciarisi i Delfini!», esclamai, rivolgendomi al mio equipaggio che pareva sbigottito da quella visione. ... Con il passare del tempo mi resi conto che il mare era ormai pieno di queste piccole navi pirata, autorizzati a far questo scempio, mentre le barche da pesca italiane cadevano lentamente nel dimenticatoio. ... Ricordo un caldo pomeriggio greco, a largo dell’isola di Creta, la nostra rete era in mare, osservavamo i pescherecci Giapponesi e Coreani dar letteralmente la caccia ai poveri cetacei, li ferivano, infilzandoli con degli arpioni legati a lunghe cime, all’estremità una piccola boa che ne segnalava la posizione, in maniera tale da poterli recuperare tranquillamente quando fossero giunti al capolinea. ... Non credevo alle mie orecchie, il Mediterraneo era ormai pieno di uomini giunti dalla lontana Asia, ai pescatori del Nord Africa era permesso utilizzare qualsiasi tipo di attrezzatura, anche questa volta si era scelto di dar l’opportunità allo straniero di sfruttare le nostre risorse. ... Giuseppe [...] gira il mondo su grandi navi, proprio come suo nonno, don Peppe, ed ha già imparato che il mare deve essere sempre rispettato, trovarsi in balìa delle onde, osservare da vicino quella forza che non trova fine, ti fa pensare. Quando il mare alza la voce, devi solo star zitto ed obbedire, andar via e lasciar stare [...]». A cura di Giuseppe Talio.

L'Autore - Gerardo Talio

Gerardo Talio è nato a Giardini-Naxos, dove vive con la sua famiglia e continua a fare il pescatore. Nella sua vita ha sempre lottato contro gli “uomni inutili”, troppi, che hanno cercato in tutti i modi di scoraggiare la sua voglia di lavorare, come quella di milioni e milioni di italiani. Ha sempre rispettato invece il mare e la sua popolazione.

Della stessa Collana Memoria

L'ultima spadara
Caterina Jazira Famularo
Il giglio marino di Lampedusa
L'ultima spadara
Filippo Faillaci
Il mio lussuoso appartamento. Io e la città dove scompaiono gli ospedali
L'ultima spadara
Francesca Spadaro
il Poeta e la bambina. Nino Ferraù poeta siciliano del Novecento
L'ultima spadara
Silvano Messina
Antichi mestieri nella Sicilia del Novecento
L'ultima spadara
Salvatore Campanella
Asini preti cantastorie in Racalmuto, la
L'ultima spadara
Rosa Perupato
Aneddoti e tradizioni di un tempo che fu in un paese di origine albanese: Lungro
L'ultima spadara
Cesare Di Vincenzo
Le pietre parlano. Paradossali vicende di pittoreschi personaggi siciliani
L'ultima spadara
Salvatore Curtò
Il Principe del Podio

Altri libri della stessa collana Memoria