Pubblicazioni e Collane

Collana Memoria

copertinaTitolo: Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Autore: Tamara Senckuck
ISBN: 9788874427956

Prezzo: € 18,00

Anno: 2016
Pagine: 168
Formato: 14,8x21
Foto / Illustrazioni: sì, colori

 


 

Descrizione - Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin

Holodomor, carestia artificiale, il genocidio ordinato da Stalin che ha visto scomparire e/o morire oltre 8 milioni di Ucraini negli anni 1931-33. «... Erano anni di carestia anche per i topi ...». «Queste storie mio padre ha potuto raccontarle a noi figli solo dopo tanti anni di silenzio e paura, silenzio e perplessità. Anni di dubbi, di ricerca della verità, almeno per se stesso; ricerca delle risposte per capire che cosa era successo, perché era successo. Lui le aveva a sua volta sentite raccontare da suo padre, nonostante le avesse vissute direttamente. Aveva un anno di vita. Nonno Ivàn non ha mai avuto voglia di raccontare le storie della sua vita a noi nipoti. Forse per la vergogna di aver vissuto quei tempi, o per la nostra sicurezza. Non lo so! Era il 1931». In copertina: Anonimo, dipinto ucraino fine XIX - inizio XX sec., Ukraina Livoberegna (Ucraina che si trova sul lato sinistro del fiume Dnipro), Regione Poltava, Provincia Stari Sangary; stile “primitivismo ucraino”, cioè “arte ingenuo” (dipinto di pittori che non hanno studiato), olio su tela, cm 49x70, collezione privata.

L'Autore - Tamara Senckuck

Tamara Senchuk ? nata nel 1962 in Sloboganschyna (Ukraina Livo­beregna), figlia di Oleksiy, apicoltore, e Nina, sarta. Da loro, dai nonni, da zii e zie, dai vicini e dall?atmosfera nella quale ? cresciuta ha ereditato un amore immenso verso la Natura, Entusiasmo, Umilt?, Generosit?, Creativit? e Manualit? che riempiono la sua vita. Ha tre figli: Marina, Oksana e Andrea. In Ucraina si dice: ?Primo bambino ? ultimo giocattolo. Primo nipote ? davvero primo bambino?. Purtroppo i nipoti, Demid e Ivan, sono cresciuti senza di lei perché 16 anni fa ha preso la decisione di emigrare in Italia. ?La memoria dei miei antenati mi ha aiutato fino ad oggi a crescere e capire che tutto ci? che mi circonda ? conseguenza delle leggi Naturali che noi Uomini ormai abbiamo smesso di rispettare, e che esiste un unico modo per vivere e morire dignitosamente: ritrovare Se stessi?. In Italia dal 2001, lavora nel Centro Edili di Venezia dal 2005. ? presidente dell?associazione culturale ?Ucraina Pi?? e dal 2004 dedica gran parte del tempo libero al mondo al volontariato sociale. ? fondatrice della prima scuola di lingua ucraina in Italia ?Prime Rondine?.

Della stessa Collana Memoria

Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Pino Currò
Le utopie di ieri e quelle di oggi. Per uno stimolo a una discussione comune sul “come eravamo” e su quello che vorremmo essere
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Lidia Ferrigno
Il mio paese è Macondo. Racconti Miti Poesie
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Angelo Fortuna
Il Lutto e la Gioia
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Giancarla Musarra
Donna Felicia
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Cateno De Luca
Lupara giudiziaria
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Lidia Ferrigno
La lunga scia di zagare lontane. Storie di vita nella Sicilia del Novecento all’ombra della Casa Grande
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Mary Tolaro Noyes
Sicilia: un viaggio verso le radici. A Pietraperzia seguendo i miei nonni Maria Calogera Zarba e Filippo Tolaroi
Una capra e due pagnotte. Racconti della memoria ucraina e dell’Holodomor, il genocidio ordinato da Stalin
Lillo Alessandro
Il silenzio è complice. Il mio cuore è tuo, cara Messina

Altri libri della stessa collana Memoria